venerdì 17 novembre 2017

TERZA GIORNATA PER DEBORAH P. CUMBERBATCH

      
      Buongiorno a tutti Friends Readers.
      Questa settimana ci stiamo occupando dell'autrice Deborah P.Cumberbatch e il suo romanzo "Droop of blood".
      Vi lascio di seguito un po' di informazioni sull'autrice e sul suo libro.

      Titolo: Drop of  blood
Autrice: Deborah P. Cumberbatch
Editore: self pubblishing
Genere: Urban fantasy/paranormal romance
Formato: ebook
Prezzo: € 1.99 / 2,50
Data pubblicazione: 26 giugno 2017
Protagonisti: Paige Karen Kent– Nathan Lucas Ross
Pagine: 886
Serie: In corso, primo volume di una trilogia.

Ed ecco la speciale intervista che abbiamo fatto all'autrice

1)     Chi è “DEBORAH? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi
   Buongiorno e grazie a tutte/i per questa magnifica opportunità. Sono Deborah P. Cumberbatch, pseudonimo di Deborah Luongo. Ho venti anni e sono nata a Napoli. Studio psicologia presso la Federico II, ma il mio sogno è quello di diventare scrittrice da quando avevo otto anni: adoravo (e adoro) il “Signore degli Anelli” e stavo scrivendo le battute del film su un quaderno, quando mio padre mi disse “perché non ne scrivi uno tuo?” e da lì è nata questa passione che non ho più lasciato, scrivendo il mio primo libro sugli zombie (che rimarrà per sempre sul mio pc, a vergognarsi di essere stato creato). La mia scrittrice preferita è Jennifer Armentrout ed è un modello che mi accompagna ad ogni passo, ma in generale ho un amore incondizionato per l’urban fantasy/paranormal romance, tuttavia leggo anche tantissimi altri generi (credo che non possa esistere una scrittrice che non sia prima di tutto lettrice), arricchendomi con ognuno di loro e che sono confluiti nel primo volume della mia trilogia “Drop of blood”. Credo che se dovessi scegliere tre aggettivi, sarebbero ironica (a volte troppo), caparbia ed estroversa.
       Chi è“PAIGE? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi.
      Io invece sono Paige Karen Kent, originaria di New York, ma trasferita in un paesino in provincia di Avellino, Baiano, per le responsabilità di mia madre, la Cacciatrice. Ecco,  voi dalle vostre madri forse in eredità avrete delle foto, il suo vestito da sposa, cimeli di famiglia così orrendi che l’unico modo per accettarli nel vostro stesso spazio è quello di rinchiuderli in cantina,  io invece avrò la condanna di dover combattere vampiri e demoni, cause della morte di mio fratello Ben, che mi ha segnata e distrutto profondamente. Credo che sarei impazzita se non fosse per mio fratello Josh, l’unica ancora a cui posso appigliarmi e che riesce a farmi tornare sempre il sorriso. E’ per lui che sto combattendo contro questo Destino, per evitare che anche a lui possa succedere qualcosa e per assicurarmi una vita migliore per entrambi. Tre aggettivi che mi caratterizzano? Credo che potrei scegliere gli stessi di Deborah, ma invece di ironica, preferisco sarcastica: l’ironia è mascherata sempre da un sorriso, il sarcasmo invece non ha bisogno di mascherarsi: è semplice condanna.
2)   AUTORE: Cosa ne pensi del tuo personaggio?
    Paige è una ragazza che ne ha passate tante, ha una sofferenza dentro di sé che non riesce a soffocare e questo la rende inavvicinabile, tranne che da suo fratello Josh. Credo che ognuno di noi affronti il dolore a suo modo e ne esca quando e come può. Lei è incastrata in un Destino che non riesce a fronteggiare, di cui ha tremendamente paura, anche se non riesce ad ammetterlo (ho trasmesso a lei la mia difficoltà ad ammettere le mie debolezze). Ed è un viaggio che lei compie alla scoperta di se stessa, come io l’ho fatto, e continuo a farlo sempre, su di me.
       PERSONAGGIO: Cosa ne pensi del tuo autore?
       Deborah sognò una scena della mia storia quando era in terza media e per lei non è                 stato un bel periodo: era trattata male, si sentiva emarginata, era sovrappeso e i 
       coetanei spesso la prendevano in giro. Si rifugiava nei libri e nella scrittura e abbozzò i             primi quattro capitoli della storia su un quaderno con un panda e poi li lasciò lì, perché           capì che non era ancora il momento. Li ha ripresi poi dopo cinque anni, durante il 
       suo ultimo anno di liceo e lei era cambiata: era dimagrita, aveva degli amici, ma                         soprattutto era cambiata dentro di sé, cresciuta, più sicura e decise che era arrivato  
      il momento di dar sfogo alle sue idee e ci creò, lasciando che le sue dita facessero il resto.         Ma non ha mai voluto abbandonare l’assetto dato ai primi capitoli quando era una                   bambina: lo fece per onorarla, perché capì che quella bambina insicura sarebbe 
       sempre stata dentro di lei e sarebbe stata una forza, mai una debolezza.
3)     AUTORE/PERSONAGGIO: Nell’ordine: Libro, Musica e Cibo preferito. 
    Libro: beh, qualunque cosa scriva l’Armentrout per me diviene una sorta di Bibbia, al momento sono in fissa per la saga Dark Elements; musica rock, ma spazio tra vari generi e ho un debole per Ed Sheeran; il cibo è facile: amo la pizza.
4)     AUTORE/PERSONAGGIO: Se potessi cambiare lavoro, cosa ti piacerebbe fare? 
    Al momento studio psicologia e mi piace: è un modo per conoscere meglio la psiche umana e tento di riportarlo il più possibile nei miei scritti. Il mio sogno però è vivere della mia penna e aprire una casa editrice che sostenga le giovani autrici come me (e autori, perché no!), aiutandoli e dimostrando che c’è qualcuno che crede in loro: ognuno di noi abbia bisogno di sentirsi dire “andrà bene, ce la faremo”.
5)     AUTORE: Se potessi cambiare qualcosa della storia ormai pubblicata, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nei limiti dello spoiler). 
     No, non cambierei nulla, perché, nel bene e nel male, quella metaforicamente è la mia storia: una storia ancora agli esordi, che dovrà scriversi lentamente, ma che mi ha portata qui, dove sono adesso. E la rispetto proprio per questo.
       PERSONAGGIO: Se potessi cambiare il destino della tua storia, lo faresti?             Se sì, perché?         (Raccontacelo nei limiti dello spoiler). 
       No, non cambierei nulla, perché sono sempre   stata io a fare le mie scelte e tutto                       quello che ho fatto, l’ho fatto con il cuore. E quindi  non  credo sarebbe potuta                            andare diversamente.
6)     AUTORE: Hai una nuova avventura per Paige? 
      Tante, tantissime altre! Il secondo volume è ormai a metà e vedremo una Paige matura, più consapevole di sé e delle sue abilità che scoprirete nel corso del primo volume e il terzo è ben delineato della mente e cosa posso dire? Ne vedremo delle belle.
        PERSONAGGIO: Hai qualche proposta per Deborah nel caso di una nuova           avventura?            
        Rendermi meno folle aiuterebbe tanto! Poi, vorrei solo cercare di fare un po’ di                          chiarezza tra tutti i misteri in cui mi sto imbattendo, perseguitata continuamente dagli            dei. Non è una situazione molto semplice!
7)     AUTORE: Ti sei ispirato a qualcuno per la descrizione fisica/caratteriale del tuo personaggio? 
      Me stessa, in parte, per la descrizione caratteriale, per quella fisica invece no, si è scritta da sola, prima che io potessi intervenire.
       PERSONAGGIO: Pensi che il tuo autore si sia ispirato a se stesso per                       qualche tua caratteristica? 
       Assolutamente sì. Credo si sia ispirata alla ragazza/donna che sarebbe voluta                             diventare quando era bambina e poi semplicemente si sia descritta, pregi e difetti                     compresi.
8)     AUTORE/PERSONAGGIO: C’è un personaggio secondario nel romanzo che merita di essere citato a pari del protagonista? 
      Sicuramente Nathan, il coprotagonista della vicenda, un ragazzo davvero saccente, e sexy, certo, che darà filo da torcere alla nostra Paige e che sembra essere avvolto da un alone di mistero. E Paige vuole risolverlo a tutti i costi. E poi Josh, con la sua dolcezza e la sua spontaneità, capace di comprendere Paige in un modo che nessun altro può capire. Per il resto, ho cercato di dare a ognuno di loro una propria personalità e spero di esserci riuscita.
9)AUTORE: Parlaci del messaggio che vuoi trasmettere tramite il tuo romanzo. Il messaggio principale è “non permettere a nessuno di dirti chi tu sia, solo tu puoi saperlo” ed è un messaggio che sto imparando anche io piano piano. Spero di essere riuscita a far capire che il mondo non è tutto bianco o nero, che ci sono milioni di sfumature che bisogna imparare ad osservare e che la verità a volte è molto diversa da quello che pensiamo.
       PERSONAGGIO: È riuscito, secondo te, il tuo autore a trasmettere tramite           la tua storia un messaggio? 
      Lo spero, altrimenti sarebbe capace di far scoppiare una guerra pur di farlo capire.                    Quindi, per favore, capitelo.
10) AUTORE/PERSONAGGIO: È il momento dello “Spot Time”. Perché i lettori dovrebbero acquistare questo romanzo? 
      Nelle mie storie metto davvero tutta me stessa, le vivo mentre le produco, ecco perchè mi concentro molto sui dialoghi e sulle emozioni dei personaggi e non do descrizioni minuziose, perchè, da lettrice, trovo che, se esagerate, spezzino il corso naturale della storia. Credo inoltre che, se ci siamo riuniti tutti in questa pagina, è perchè una sola vita non ci basta e vogliamo sognare insieme ai nostri libri. E io spero davvero che possiate sognare insieme a me.

Link di acquisto:

Pagina autrice: 



lunedì 13 novembre 2017

VI SEGNALA NADIA #12 - ALLISON CARTER. IL CERCHIO SI CHIUDE di Emily Cross



Buonasera a tutti Friends Readers!!!
Stasera sono qui a segnalarvi il terzo volume della serie Allison Carter dal titolo "Allison Carter. Il cerchio si chiudedell'autrice Emily Cross, uscito il 27 ottobre. 



Autore: Emily Cross
Titolo:   Allison Carter – Il cerchio si chiude
Data di uscita: 27 Ottobre 2017
Genere: Thriller – Poliziesco - Rosa
Formato e prezzo: E-book 0,99€ / Cartaceo € 9.00
Dove acquistarlo:Amazon
Sinossi: Il decennio che ha seguito l'indagine al Green Hotel sembra essere trascorso all'insegna della tranquillità. Allison Carter adesso è tenente del Dipartimento di Polizia ma al contempo è anche moglie e madre, un particolare da non sottovalutare, soprattutto quando improvvisamente le vicissitudini famigliari si riverseranno in quelle lavorative. Alcuni studenti della Bluehill High School infatti, iniziano a sviluppare atteggiamenti anomali e violenti nei confronti della città e dei loro stessi compagni. Quando Allison e i suoi detective ritroveranno l'adolescente Rachel Branson in fin di vita nel bosco a nord della città, saranno costretti a coinvolgere L'FBI nella caccia a un brutale cyber-stalking che si firma al nome de Il Cerchio.


Altri episodi della serie:
Allison Carter – Il caso Bright ( 1 Vol) 
BOOKTRAILER: Il Caso Bright

Allison Carter – Cose segrete ( 2 Vol) 

La serie di Allison Carter volume 1-2 si chiude con il terzo romanzo.



  Qui il link d'acquisto:


E adesso spazio al Booktrailer della nuova storia di Allison Carter.



Di seguito vi lascio il link di altri romanzi dell'autrice, indipendenti sia fra loro che dalla duologia.


venerdì 10 novembre 2017

QUATTRO BLOG PER UN AUTORE: TERZA GIORNATA PER FRANCESCO THIERRY MARZANO

Buongiorno cari Readers. Siamo alla
terza giornata dedicata all'autore della settimana Francesco Thierry Marzano e il suo romanzo "La Stirpe di Fuoco".

           Titolo: LA STIRPE DI FUOCO  - Rinascita                        Autore: Francesco Thierry Marzano                     Genere: Narrativa
           Editore: Europa edizioni

TRAMA
Valim è un giovane taglialegna che vive nelle lande più sperdute del continente, lontanissimo dalla Capitale e, forse, ancor più lontano dai guai. Sta per compiere sedici anni e, nella sua vita, ha visto ben poco, ad eccezione del suo villaggio, dei suoi genitori, che sembrano nascondere qualcosa sul loro passato, e di un certo Talmir, uno strano personaggio dalla presenza un po’ sinistra, che va a far loro visita di tanto in tanto. Tutto questo, però, è destinato a cambiare per sempre. Nel destino del giovane Valim c’è qualcosa di assolutamente inimmaginabile. Presto entrerà a contatto con quello che sembra l’ultimo discendente di una stirpe quasi completamente dimenticata: i Draghi. Sarà l’inizio di un’avventura incredibile che condurrà il ragazzo nei luoghi più remoti del mondo, viaggiando con un’improbabile compagnia, attraverso pericoli e sfide di ogni genere. E tutto questo, mentre all’orizzonte si accendono i primi focolai di una guerra spaventosa. L’inizio di una saga high fantasy di prim’ordine; un romanzo che tiene gli occhi incollati alle pagine, dalla prima all’ultima, e lascia una sensazione di irrequieta attesa per l’episodio successivo.

E adesso leggiamo la particolare intervista che abbiamo fatto a Francesco e il protagonista del suo romanzo.


1)Chi è “FRANCESCO? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi.
Mi chiamo Francesco Thierry Marzano, se devo descrivermi in tre aggettivi direi simpatico, socievole e fantasioso.
Chi è “VALIM"? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi.
Mi chiamo Valim, e la mia storia è molto travagliata. Tre aggettivi che mi rappresentano potrebbero essere irascibile, gentile e coraggioso.
2)AUTORE: Cosa ne pensi del tuo personaggio?
Di Valim penso che sia un personaggio ricco di sorprese, che cresce in fretta e che quindi può rispondere bene alle aspettative degli altri.
PERSONAGGIO: Cosa ne pensi del tuo autore?
Di Francesco penso che sia fantasioso, anche se poteva rendermi la vita sicuramente più facile vista la mia linea di sangue.
3)AUTORE/PERSONAGGIO: Nell’ordine: Libro, Musica e Cibo preferito
FRANCESCO Ventimila leghe sotto i mari, dance anni 90’, pizza.
VALIM I segreti delle fiamme, canzoni di guerra delle taverne, carne cruda.
4) AUTORE/PERSONAGGIO: Se potessi cambiare lavoro, cosa ti piacerebbe fare?
FRANCESCO Non vorrei cambiare lavoro, scrivere è il mio sogno.
VALIM Il cavaliere di ventura, vorrei poter girovagare per il continente aiutando chi ne ha più bisogno.
5) AUTORE: Se potessi cambiare qualcosa della storia ormai pubblicata, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
Forse aggiungerei di più in un capitolo, dove i protagonisti discendono nel sottosuolo scoprendo una civiltà creduta estinta. 
PERSONAGGIO: Se potessi cambiare il destino della tua storia, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
Quando si parla di destino non si associa mai alla parola cambiamento. Combatterò sempre per le mie ragioni, se non avessi passato tutto questo orrore non sarei quello che sono ora. Ma se potessi cambiare una cosa, salverei… (interretto bruscamente perché stava spoilerando)
6) AUTORE: Hai una nuova avventura per “VALIM"?
Per Valim ho molte avventure, la seconda tra l’altro è già pronta, mentre il resto arriverà a breve.
PERSONAGGIO: Hai qualche proposta per “FRANCESCO" nel caso di una nuova avventura?
Proporrei a Francesco di farmi scendere negli abissi, quelli che ho potuto vedere nel crepaccio senza fine nella città di Oldkatron.
7) AUTORE: Ti sei ispirato a qualcuno per la descrizione fisica/caratteriale del tuo personaggio? 
Non mi sono ispirato a qualcuno in particolare, penso che il carattere sia l’unica cosa nella quale mi sono un po’ specchiato. 
PERSONAGGIO: Pensi che il tuo autore si sia ispirato a se stesso per qualche tua caratteristica?
Penso che Francesco abbia messo troppo sé stesso, soprattutto per il carattere. Il fisico no, ora ha preso del peso, non è in forma come la prima volta che ci siamo incontrati.
8) AUTORE/PERSONAGGIO: C’è un personaggio secondario nel romanzo che merita di essere citato a pari del protagonista?
FRANCESCO Valkeryo, il drago nero.
VALIM: Menethor, il capo della gilda dei ladri.
9) AUTORE: Parlaci del messaggio che vuoi trasmettere tramite il tuo romanzo.
E’ la storia di una crescita forzata, la presa di alcune responsabilità che non vorrebbe nessuno sulle spalle. Il messaggio in fondo è un po’ lo specchio della vita di tutti i giorni, dove siamo sempre al bivio se fare la scelta giusta o quella più facile; il buono e il cattivo sono concetti molto personali. Ognuno ha delle buone ragioni per fare ciò che fa, ma il protagonista lotta per gli altri, prima di sé stesso.
PERSONAGGIO: È riuscito, secondo te, il tuo autore a trasmettere tramite la tua storia un messaggio?
Secondo me Francesco ha marcato bene il messaggio, anche se all’inizio ero un po’ inesperto: è stato bravo dai.
10) AUTORE/PERSONAGGIO: È il momento dello “Spot Time”. Perché i lettori dovrebbero acquistare questo romanzo?
 FRANCESCO I lettori dovrebbero acquistare questo romanzo perché se piace il fantasy, si immergeranno in un avventura che sono sicuro coinvolgerà chiunque lo legga. Soprattutto ho trattato l’argomento dei draghi in maniera unica e, a mio avviso, emozionante.
VALIM Per forza devono acquistarlo, non possono non conoscere le mie gesta! A parte quello, dove lo avete mai visto un personaggio come me? Non siete curiosi di capire cosa sono?

LINK PER L'ACQUISTO 


venerdì 27 ottobre 2017

QUATTRO BLOG PER UN AUTORE: TERZA GIORNATA PER SAVINA CONTU E VALENTINA PUDDU

Edda è una ragazza sarda molto semplice, alla ricerca di un lavoro tra una marea di imprevisti. L'imprevisto più grande sarà il suo destino, perché niente è come sembra; la svolta arriverà con Natasha che le stravolgerà la vita in tutti i sensi.


Questa settimana abbiamo ben due autrici che hanno collaborato insieme e dato vita al romanzo "Natasha. Il vaso dei ricordi". Si tratta di Savina Contu e Valentina Puddu che si sono raccontate nella nostra particolare intervista.
Entrambe hanno risposte alle nostre domande e quindi vi proponiamo le due interviste.
Buona Lettura!

RISPOSTE DI SAVINA

      1) 
         AUTORE: Chi è “SAVINA”? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi.
Mi chiamo Savina, ho 36 anni, convivo da 10 anni e ho una bambina che si chiama Lara.
Sono una persona logorroica, generosa e permalosa.
PERSONAGGIO: Chi è “EDDA”? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi
Mi chiamo Edda, ho 27 anni, sono disoccupata e sono stata abbandonata dai miei genitori quando ero ancora in fasce.
Sono una ragazza distratta, tenace e molto complessata.
      2)    
      AUTORE: Cosa ne pensi del tuo personaggio?
Amo Edda! Lei è la prima protagonista, mi riconosco un po’ in lei.
PERSONAGGIO: Cosa ne pensi del tuo autore?
Savina è buona! Ma non con me, poteva decidere di rendermi un po’ meno goffa! E quanti imprevisti!
      3)    
      AUTORE/PERSONAGGIO: Nell’ordine: Libro, Musica e Cibo preferito
Savina. Libro preferito: Il suggeritore di Donato Carrisi. Musica preferita: sono una fan di Nek . Cibo preferito: Lasagne.
Edda. Libro preferito:Il diario di Bridget Jones. Musica preferita: Caraibica . Cibo preferito: Tutto ciò che è commestibile
      4)    
      AUTORE/PERSONAGGIO: Se potessi cambiare lavoro, cosa ti piacerebbe fare?
Savina. Principalmente ho sempre fatto la cassiera o servito al banco prodotti alimentari. Ora sono mamma a tempo pieno; mi piacerebbe fare la giornalista.
Edda. Ad avercelo un lavoro! Mi piacerebbe fare la commessa.
      5) 
        AUTORE: Se potessi cambiare qualcosa della storia ormai pubblicata, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
Della storia non cambierei niente. E’ il primo libro e mi ci sono affezionata con i suoi pregi e i suoi difetti
PERSONAGGIO: Se potessi cambiare il destino della tua storia, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
Si! Soprattutto non avrei voluto soffrire così tanto. Avrei evitato la morte di alcune persone.
      6)    
      AUTORE: Hai una nuova avventura per “EDDA”?
Edda come personaggio non credo sia possibile farle vivere una nuova avventura
PERSONAGGIO: Hai qualche proposta per “SAVINA” nel caso di una nuova avventura?
Si mi piacerebbe tornare! Vorrei sistemare dei conti in sospeso.
      7) 
      AUTORE: Ti sei ispirato a qualcuno per la descrizione fisica/caratteriale del tuo personaggio? 
Involontariamente un po’ a me stessa come aspetto fisico.
PERSONAGGIO: Pensi che il tuo autore si sia ispirato a se stesso per qualche tua caratteristica?
Edda. Savina si, e l’ha fatto di proposito secondo me.
      8)    
  AUTORE/PERSONAGGIO: C’è un personaggio secondario nel romanzo che merita di essere citato a pari del protagonista?
Savina. Si, Nonna Efisia.
Edda. Si, Ramona.
      9)     
      AUTORE: Parlaci del messaggio che vuoi trasmettere tramite il tuo romanzo.
Fondamentalmente non è nato con l’idea di trasmettere un messaggio. Diciamo che potrebbe far riflettere; quando ci troviamo un estraneo davanti non possiamo sapere quale storia abbia vissuto.
PERSONAGGIO: È riuscito, secondo te, il tuo autore a trasmettere tramite la tua storia un messaggio?
Forse che niente è come sembra, ora a me il concetto è molto chiaro.
      10) 
   AUTORE/PERSONAGGIO: È il momento dello “Spot Time”. Perché i lettori dovrebbero acquistare questo romanzo? 
Savina. Perché è una storia ricca di colpi di scena, con un pizzico di ironia e un mistero da risolvere. Noi siamo felici e orgogliose solo del fatto di averlo scritto e portato a termine.
Edda. Semplice, è la mia storia! Penso che in tanti possano immedesimarsi nel mio personaggio.

RISPOSTE DI VALENTINA

      1)      
      AUTORE: Chi è “VALENTINA”? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi.
Sono Valentina ho 38 anni, sono sposata e ho tre bambini. Mi reputo ironica, permalosa e testarda.
PERSONAGGIO: Chi è “NOEMI”? Raccontaci di te e attribuisciti 3 aggettivi
Sono Noemi una ragazza sarda che ha girato in camper tutte le coste della Sardegna, amo mangiare e la mia famiglia. Sono una persona sensibile, rispettosa e generosa
      2)     
      AUTORE: Cosa ne pensi del tuo personaggio?
In Noemi mi ci rivedo molto, abbiamo passato tante disavventure uguali
PERSONAGGIO: Cosa ne pensi del tuo autore?
Io e Valentina abbiamo un’affinità particolare.
      3)     
      AUTORE/PERSONAGGIO: Nell’ordine: Libro, Musica e Cibo preferito 
    Valentina: "La ragazza del treno”  musica??? Da un po di tempo solo quella dei cartoni animati! Tortellini al sugo e besciamella.
Noemi: “Io uccido”, Carmen Consoli, tiramisù.
      4)    
      AUTORE/PERSONAGGIO: Se potessi cambiare lavoro, cosa ti piacerebbe fare?
Valentina:Mi piacerebbe trovare un lavoro che mi soddisfi, che mi faccia alzare felice e realizzata.
Noemi: Lavoro? Ad averlo uno!!
5)     
AUTORE: Se potessi cambiare qualcosa della storia ormai pubblicata, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
No, lascerei la storia così come è, aggiungerei solo dei piccoli particolari
PERSONAGGIO: Se potessi cambiare il destino della tua storia, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nel limite dello spoiler)
Se potessi cambierei il destino di una persona ma, forse, è grazie a questo se ho trovato la mia vera strada.
      6)     
      AUTORE: Hai una nuova avventura per “NOEMI”?
Non per le protagoniste ma ci sarà, forse, una storia dove tutti verranno nuovamente citati.
PERSONAGGIO: Hai qualche proposta per “VALENTINA” nel caso di una nuova avventura?
Si Valentina, questa volta fai che ci vada tutto liscio; Ho bisogno di un po di serenità nella mia vita...come tanto tempo fa.
      7)      
    AUTORE: Ti sei ispirato a qualcuno per la descrizione fisica/caratteriale del tuo personaggio?
No, ho solo immaginato come poteva essere.
PERSONAGGIO: Pensi che il tuo autore si sia ispirato a se stesso per qualche tua caratteristica?
Si, io sono una buona parte Valentina!
      8)    
    AUTORE/PERSONAGGIO: C’è un personaggio secondario nel romanzo che merita di essere citato a pari del protagonista?
Valentina:Credo ce ne sia più di uno
Noemi: Anche io credo che ci siano alcuni personaggi importanti, ma io voglio citare il mio papà.
      9)     
      AUTORE: Parlaci del messaggio che vuoi trasmettere tramite il tuo romanzo.
Con questo libro non abbiamo voluto trasmettere nessun messaggio ma forse c’è una morale: Nulla è quel che sembra!
PERSONAGGIO: È riuscito, secondo te, il tuo autore a trasmettere tramite la tua storia un messaggio?
Un vero e proprio messaggio no,  forse posso dire però che quando credi di aver toccato il fondo c’è sempre qualcosa che ti fa pensare che ci può essere ancora di peggio...ma con gli aiuti giusti riesci a risollevarti e a cambiare la tua vita rendendola migliore.
      10) 
   AUTORE/PERSONAGGIO: È il momento dello “Spot Time”. Perché i lettori dovrebbero acquistare questo romanzo? 
Valentina: Dovrebbero leggere il libro perchè non manca nulla. Siamo riuscite a mettere ironia, suspance, tristezza, amore, delusioni, felicità e tanto tanto altro.
Noemi: Beh semplice: perché io sono uno dei personaggi chiave di questo giallo! E perchè una parte del libro, forse la più triste, è una storia realmente accaduta. 


LINK UTILI
Pagina facebook:

NATASHA: IL VASO DEI RICORDI è disponibile sia in versione e book (suddiviso in parte prima e parte seconda) che versione cartacea (Comprende entrambe le parti).
Versione e book Parte prima

Versione e book Parte seconda

Versione cartacea